• Se la metà dei pensieri di Papa Francesco diventasse agire dei governi dell’Unione, non solo l’Europa, ma il mondo ne trarrebbe beneficio. « [..] Generazioni ambivano a veder cadere i segni di una forzata inimicizia, ora si discute di come lasciare fuori i pericoli del nostro tempo: a partire dalla lunga colonna di donne, uomini e bambini, in fuga da guerra e povertà, che chiedono solo la possibilità di un avvenire per sé e per i propri cari» «[…] L’Europa non è un insieme di regole da osservare […] un prontuario di protocolli e procedure da seguire. Essa è una vita, un modo di concepire l’uomo a partire dalla sua dignità trascendente e inalienabile e non solo come un insieme di diritti da difendere, o di pretese da rivendicare». «[…] edificare società autenticamente laiche, scevre da contrapposizioni ideologiche, nelle quali trovano ugualmente posto l’oriundo e l’autoctono, il credente e il non credente».

geografia dei poteri

scritture

diritti comuni

donne 8 marzo

movimento terra

spartiti di massa

storie

schermi

arte

scienze e tecnologia

economia

rimessa dal fondo

discipline