aggiorna4
  • Dopo la bocciatura del referendum il 2 ottobre scorso, il Senato e il Parlamento della Colombia hanno dato il via libera al piano di pace tra le Forze armate rivoluzionarie (Farc) e il governo Santos. Da questo nuovo accordo resta ancora fuori dell’Esercito di liberazione nazionale (Eln) con il quale c’è un cessate il fuoco in atto e da ottobre sono iniziate le trattative. Entro il 30 dicembre scadrà il cessate il fuoco bilaterale e per quella data i guerriglieri delle Farc dovranno aver consegnato tutte le armi nelle mani dell’Onu. Con l’amnistia i guerriglieri potranno avviarsi alla vita politica del paese e le Farc hanno deciso la formazione di un partito che dovrebbe partecipare alle presidenziali del 2018. Nel frattempo avranno cinque seggi e potranno  usufruire del finanziamento pubblico. La pace resta però ancora minacciata perché la destra e i paramilitari continuano a non farsi da parte.

geografia dei poteri

scritture

diritti comuni

brasile-cascate-iguazu-foto-masa-pontonio-20150103

movimento terra

spartiti di massa

storie

schermi

arte

scienze e tecnologia

economia

rimessa dal fondo

discipline