Condividi

Con 326 voti favorevoli la Camera ha approvato la proposta di legge sul testamento biologico. Anche se l’iter prevede ancora il passaggio all’ “insidioso” Senato, si tratta tuttavia di un primo ma importantissimo passo verso un provvedimento che farà finalmente crescere l’Italia almeno di un gradino nella scala del progresso civile. Non è certamente il caso di esultare su un tema così drammatico e che coinvolge persone, sentimenti, vite; si tratta però del riconoscimento “sacro” e anche “santo” di veder rispettate volontà e diritti di coloro i quali vogliono porre fine alle proprie indicibili sofferenze, rifiutando medicinali e accanimento terapeutico. Volontà che restano comunque sempre nella sfera dell’esistenza e della memoria di ciascuno.

In this article