• Nigeria: il Nord del paese sotto una coltre di violenze

    Nel nord della Nigeria la vita è messa quotidianamente a repentaglio a causa di rapimenti e uccisioni. Oggi uomini armati hanno rilasciato 42 persone (tra cui 27 studenti, 3 insegnanti), dopo essere stati rapite la settimana scorsa. Ieri invece il mondo aveva appreso la notizia che, nello stato di Zamfara, uomini armati avevano sequestrato nel dormitorio della scuola più di 300 ragazze. I rapimenti, ma anche saccheggi, razzie di bestiame e più in generale una strategia del terrore sono per lo più a scopo di estorsione, ai quali le autorità pagano i riscatti anche se questa eventualità è sempre stata negata. I gruppi terroristici come Boko Haram sono tra i più attivi in queste attività criminali. Un vero è proprio business ma anche un modo di combattere l’Occidente, come spiega Amnesty, in quanto le scuole di tipo occidentale sono un «nemico da combattere». Al Governo da più parti vene chiesto di dichiarare lo stato d’emergenza per l’impossibilità di fronteggiare in altre maniere questa violenza.

geografia dei poteri

donne

spartiti di massa

scritture

diritti comuni

movimento terra

storie

cinema

arte

scienze e tecnologia

teatro

economia

sport

discipline