• L’Europa continua a bruciare, per gli incendi e per il caldo

    La situazione più drammatica per gli incendi è quella della Francia, anche se altre nazioni come Spagna e Portogallo hanno il loro bel da fare per fronteggiare il fuoco. In Francia dall’inizio dell’anno sono sono stati bruciati 48.456 ettari di terreno ma i numeri sono fermi al 6 agosto. Inarrestabile appare l’incendio nella regione sudoccidentale della Gironda dove migliaia di persone sono state obbligate ad abbandonare le loro case. Mezzi e vigili del fuoco sono arrivati in Francia da diverse nazioni europee. Il clima resta torrido: i satelliti continuano a misurare temperature estreme con 60°C in Spagna, oltre 45°C nel Regno Unito e punte di 50°C in Francia. Ancora una volta il Met Office britannico ha emesso un avviso di “caldo estremo” di quattro giorni per parti dell’Inghilterra e del Galles. Una situazione che diciamo da anni rischia di cancellare definitivamente il nostro modo di vivere. Ma nonostante queste violente e drammatiche evidenze non abbiamo ancora fatto nessun passo verso un modello di produzione e consumo diverso.

geografia dei poteri

donne

spartiti di massa

scritture

diritti comuni

La Newsletter di Mentinfuga

movimento terra

storie

cinema

arte

scienze e tecnologia

teatro

economia

sport

discipline