L’antisemitismo fa ancora vittime in Germania

history 1 minuti di lettura

L’antisemitismo continua a fare vittime e spargere dolore. In questi ultimi anni in vari paesi d’Europa, Germania inclusa, si è lasciato che nazismo e fascismo fossero tollerati. Ieri un giovane tedesco, Stephan Balliet ha attaccato la sinagoga di Le Halle uccidendo due persone. Un documento dell’attentatore pubblicato l’1 ottobre contiene elementi dell’attacco e secondo Rita Katz, co-fondatrice del Gruppo di intelligence Site, include l’obiettivo: “uccidere il maggior numero possibile di anti-bianchi, meglio se ebrei“.
I documenti circolati sono più d’uno e secondo Le Monde “non rivelano molte delle motivazioni politiche dell’autore dell’attacco. Il file nel “manifesto” giapponese, […] contiene solo una frase, che invita a uccidere ebrei, musulmani, comunisti o “traditori” . In un altro fascicolo, prende di mira anche membri del ” governo di occupazione sionista” , un governo immaginario che, nell’immaginazione neonazista, avrebbe governato il pianeta”.
Comunque sia questa cultura va sradicata e le azioni severamente punite.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: