Afghanistan, Iraq, Libia e guerra all’ISIS: un fallimento senza appello.

guerra
history 1 minuti di lettura

Il fallimento della politica guerrafondaia in Afghanistan è ancor più grave se teniamo conto di quanto accaduto in questi ultimi vent’anni. USA e Regno Unito in primis e tutto l’Occidente al seguito hanno continuato a ragionare fondamentalmente con la logica delle armi e del mercato che li arricchisce. Il professore emerito di studi sulla pace alla Bradford University, Paul Rogers su The Guardian chiarisce che c’è stata la guerra all’Iraq “dal 2003 al 2011, […] Le conseguenze furono disastrose, con 288.000 morti , la maggior parte dei quali civili, centinaia di migliaia di feriti e milioni di sfollati. Sempre nel 2011 c’è stata una terza guerra fallita, l’operazione franco-britannica per aiutare il rovesciamento di Muammar Gheddafi in Libia. […] quarta guerra fallita: l’assalto aereo del 2014-18 all’Isis guidato dagli Stati Uniti, con il Regno Unito, la Francia e altri partner della NATO fin troppo pronti a partecipare”. Quest’ultima fallita perché alla fine dei conti il Centro per gli studi strategici e internazionali “ha stimato che nel 2020 ci fossero circa 230.000 paramilitari islamisti in quasi 70 paesi, un aumento di quattro volte rispetto al 2001”.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: