al-Serraj a Roma, ma al Cremlino c’era Merkel

libia bandiera
history 1 minuti di lettura

Dopo l’incontro con il premier libico al-Serraj, Conte dichiara, dopo aver ricordato i suoi prossimi viaggi e colloqui diplomatici, “voglio continuare a tessere questa tela che deve portarci a una soluzione pacifica“. Peccato che il telaio e i suoi comandi appartengono ad altri per la debolezza della nostra politica estera, in questi anni arruffona e troppo preoccupata di rincorrere le posizioni dei nostri presunti alleati, USA in testa.
Anche se ha strappato una disponibilità al cessate il fuoco da parte di al-Serraj le condizioni sono impossibili da far accettare perché ha chiesto il ritiro delle truppe di Haftar. Si è parlato della Conferenza di Berlino per una soluzione del conflitto. Ma questo dipenderà molto dall’avvio del cessate il fuoco su cui si sono accordati Erdoğan e Putin che oggi al Cremlino ha incontrato la cancelliera Merkel che ha dato atto al ruolo del Presidente russo per la soluzione della crisi.
E questo a proposito di chi può incidere sul processo di pacificazione.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article