Aldo e Stefania. Disability Glam, la disabilità svelata

Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata

Quando Aldo e Stefania sono arrivati in studio per il lavoro fotografico hanno portato in dono del pane, fatto in casa da Aldo. È bella l'idea di festeggiare un nuovo incontro, una nuova iniziativa, con un dono così semplice e prezioso come del pane.

Pane di Aldo
Ingredienti
Farina Manitoba
Farina di farro
Grano saraceno
Semi di zucca – girasole
Frutta secca: noci – anacardi
Parmigiano

Il pane è un cibo semplice, con una storia di una ricchezza infinita, che si perde nella notte dei tempi. Anche la storia di Stefania e Aldo è preziosa. Si sono conosciuti a vent'anni facendo volontariato alla Croce bianca. Aldo si è subito innamorato, Stefania ci ha messo un po' di più, ma adesso sono insieme da cinquant'anni. È facile fare i conti e capire la loro età. A vent'anni si sono incontrati, in questi giorni festeggiano il cinquantesimo anniversario di matrimonio. Lei ha settantun anni e lui ne ha settantadue. Hanno un figlio. Aldo aveva trent'anni quando è nato. È da lì che ha iniziato ad avvertire i primi sintomi, quando si è accorto che non poteva tenere in braccio questa nuova vita, perché non sentiva più l'addome. Fatti i primi esami, dopo i primi riscontri, è arrivata la diagnosi: sclerosi multipla. La forma che l'ha colpito non gli ha impedito di vivere una vita piena di affetti e di avventure. Lui lavorava per l'Innocenti, parlando inglese, francese, spagnolo, russo, è finito a fare il rappresentante per il mercato internazionale di macchinari ad alta tecnologia. È accaduto tutto casualmente, così come casualmente capitano tante cose della vita. Stefania era tecnica di laboratorio istologico dell'ospedale di Niguarda. In seguito ha aperto un negozio di prodotti provenzali, L'erba voglio. Infine si è dedicata all'antiquariato. Sono belli Stefania e Aldo insieme, sono di una gentilezza delicata e rara. Guardandoli è ancora possibile credere che l'amore esista. Stefania ha un'indole apparentemente tranquilla, una voce tenue. Ma sotto questa apparenza si intuisce una fibra d'acciaio. È la fibra che ha mostrato in tutto questi anni stando accanto ad Aldo. Alla domanda se hai mai pensato di andarsene ha risposto semplicemente. «So che lui avrebbe fatto lo stesso per me». Aldo è più ciarliero, d'altronde non potrebbe essere diversamente con il suo passato da venditore. È un po' filosofo e un po' innamorato della vita. Anche Stefania coltiva questo amore. Alla fine del lavoro fotografico abbiamo parlato di viaggi. Le ho raccontato di Istanbul e lei mi ha chiesto se secondo me era una città che poteva visitare con Aldo in carrozzina. Le ho risposto di sì, utilizzando le giuste precauzioni.
Nel lavoro con Aldo e Stefania ho cercato di cogliere la loro gentilezza, la loro bellezza, la loro intimità. Spero di esserci riuscito e di essere riuscito a metterli a loro agio, per raccontare un frammento della loro storia, un frammento della loro vita.
Gianfranco Falcone

Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata.
Stefania e Aldo. , la svelata. @ Gianfranco Falcone 2024

 

Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata
Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata. @ Gianfranco Falcone 2024
Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata.
Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata. @ Gianfranco Falcone 2024
Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata.
Stefania e Aldo. Disability Glam, la disabilità svelata. @ Gianfranco Falcone 2024

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article