Alitalia: nessun consorzio solo ristrutturazione in vista

history 1 minuti di lettura

Alitalia scivola nel baratro. Ed è chiaro quello che accadrà quando il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli afferma che “ha una dimensione che il mercato fa difficoltà ad accettare“. No signor ministro, diciamolo chiaramente, non abbiamo una leadership politica ed economica che, in questi anni, avesse la capacità di portare idee e piani sostenibili.
Cosa significano quelle parole? Non essendoci più il consorzio per l’acquisto della compagnia entrerà il solito progetto di ristrutturazione che consegnerà al nuovo acquirente, per esempio Lufthansa e Delta, un’azienda nettata da tutte le sue pesantezze, a cominciare dai lavoratori? Nel decreto fiscale ci sono i 400 milioni per un nuovo prestito e poi si fa il lavoro per rendere appetibile l’Alitalia sul mercato, consegnando all’acquirente sono quello che vuole e gli fa comodo.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article