Ambiente Italia: un disastro tra le chiacchiere di decenni.

umbria ambinete fiume nera
history 1 minuti di lettura

L’Annuario Ispra mette a nudo ancora il disastro dell’ambiente. Noi notiamo da decenni tante chiacchiere di politici e industriali, con nessuna volontà di volgere l’assetto produttivo verso soluzioni ecologicamente compatibili. Neppure ora con le risorse del bilancio dello Stato e dei finanziamenti europei.
In un paese con un livello di biodiversità (più di 60 mila specie animali e 12 mila vegetali) altissimo vede crescere il consumo di suolo (nel 2018 abbiamo occupato anche il 2% delle aree protette) mentre abbiamo edifici e siti industriali abbandonati e potremmo ristrutturare tutto il necessario. Solo il 43% dei corsi d’acqua è in uno «stato ecologico buono o elevato» e solo il 20% dei laghi. La Pianura Padana è tra le aree più inquinate (PM10) d’Europa. Senza parlare del fatto che il riscaldamento globale colpisce seriamente l’Italia con un 2018 con temperatura media più alta di 1,71°C rispetto alla media 1961-1990 e a quella globale sulla terra ferma che è stata di +0,98 °C.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piacuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: