Arte a Narni: “Tracce”

history 2 minuti di lettura

Nell’ambito degli eventi connessi alla cinquantesima edizione della Corsa all’anello di Narni, città dell’Umbria meridionale, che ha preso il via da pochi giorni con un programma ricco e diversificato, è da segnalare la tredicesima edizione di Tracce, la mostra d’arte contemporanea organizzata, in collaborazione con il Comune di Narni e l’Ente Corsa, dall’Associazione Minerva presieduta da Mariacristina Angeli e con la direzione artistica di Mauro Pulcinella.

 

Narni piazza dei Prior

Il programma di Tracce – l’esposizione principale è collocata presso l’Auditorium Bortolotti del complesso monumentale del San Domenico di Narni – si snoda attraverso eventi, incontri, proiezioni e presentazioni di libri fino alla fine del mese di maggio.
La presenza di oltre settanta artisti e la collaborazione con i tre corsi delle Accademie di Belle Arti di Roma e Firenze e con l’Università di Narni ha consentito di sviluppare sotto diversi punti di vista il tema scelto per quest’anno: “Medioevo oggi”, una riflessione sul passato e sul presente della città di Narni – e non solo – che è evidente fin dall’immagine di copertina scelta per il catalogo della manifestazione.
Narni ha saputo essere, infatti, un importante punto di contatto fra il passato e le sue torri e il mondo industriale e le sue ciminiere. Oggi tutta quest’area dell’Umbria meridionale è chiamata a ripensare il suo futuro e la sua vocazione produttiva.
La collaborazione con le Accademie ha creato un clima particolare in città con il soggiorno di molti studenti che hanno lavorato alla realizzazione delle installazioni e delle sculture esposte e hanno offerto anche nuovi punti di vista sulla storia e le bellezze del luogo.

Importante accennare anche al rapporto con le scuole locali.
Mariacristina Angeli ci racconta, infatti, che: “Quest’anno i ragazzi del quarto M dell’I.I.S. Gandhi di Narni, sezione liceo delle Scienze umane, nell’ambito dei progetti per l’alternanza scuola lavoro, (progetto Students Lab e Asse 4) e con il supporto dell’associazione Minerva, simulano un’iniziativa d’impresa, costituendo un’agenzia di comunicazione che si occupa di due degli eventi collaterali di Tracce”.
Fino al 20 maggio ci saranno comunque tante altre iniziative. Ne ricordiamo qui alcune: l’omaggio a Giancarlo Vitturini nel decimo anno dalla sua scomparsa; la presentazione del libro di Giulio Cesare Proietti dedicato alle gole del Nera con un’azione scenica di Stefano De Majo; il convegno “Dal medioevo alla società industriale: abitudini e distonie alla base delle malattie moderne”; la proiezione del docufilm “San Michele Arcangelo” di Massimiliano Varrese e Filippo Fagioli; un seminario di studio sul caso Moro a quaranta anni dalla sua morte con il giornalista Pino Nazio.
In vista della IV edizione della Rassegna Nazionale dedicata al “Ciliegiolo d’Italia” (19/21 maggio) è possibile partecipare alle degustazioni curata dall’Associazione Produttori Ciliegiolo di Narni.
Antonio Fresa

Per saperne di più
https://www.facebook.com/traccenarni/

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piacuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: