USA. Assalto al Campidoglio: non è una protesta è un’insurrezione

Washington Campidoglio Senato Congresso
history 1 minuti di lettura

I sostenitori chiamati a Washington dal Presidente hanno assaltato il Campidoglio. I gruppi di milizie, incitati dallo stesso Trump in un discorso poco prima, sono entrati con le armi nel palazzo delle istituzioni. Un golpe lo si chiama normalmente. È accaduto mentre avrebbe dovuta essere certificata la vittoria di Joe Biden. Una cerimonia formale che sarebbe durata poco ma che comunque vedeva una dozzina di repubblicani  organizzati per opporsi al normale svolgimento. E questo la dice lunga di quanta responsabilità abbiano anche ambienti repubblicani.
Trump ha chiesto via social di andare a casa ma ha ribadito che la sua vittoria è stata rubata. Alle 18 ora locale inizia il coprifuoco a Washington mentre ci sono ancora molte persone davanti al Campidoglio. Intanto ci sono proteste anche in altre capitali di stati federali.
Quello che in tanti temevano da tempo è diventata realtà. Quando si lascia spazio a idee reazionarie e fasciste supportate da uno sciame di notizie e analisi false, soprattutto sui social, il passaggio alle armi non impossibile.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article