Mauritania: condannati gli attivisti contro la schiavitù

IRA Mauritania
history 1 minuti di lettura

Continueremo supportare la battaglia contro la schiavitù e il regime in Mauritania. I 13 attivisti anti-schiavitù dell’Iniziativa per la Rinascita Abolizionista (IRA) arrestati tra fine giugno e inizio luglio per la loro presunta partecipazione ad una manifestazione violenta sono stati condannati, il 18 agosto, a pene da tre a quindici anni di carcere per reati come “ribellione” e “uso della violenza”. Il verdetto è stato pronunciato in assenza del collegio di difesa che si era ritirato in segno di protesta, come precisato da loro stessi, contro le torture subite dagli attivisti. Una sentenza che è stata condannata oltre che dall’IRA e dai suoi avvocati dalle molte associazioni impegnate sull’antischiavismo, compresa Amnesty International. Si aspetta ora l’appello, ma in uno stato in cui l’ordine giudiziario è sottoposto al governo bisogna prepararsi ad altre battaglie.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article