Banca Popolare di Bari: c’è poco da far polemica

Economia finanza denaro
history 1 minuti di lettura

Era già un “nervo scoperto” quello delle banche per diverse sponde politiche. La Banca popolare di Bari (BPB), la più grande del Sud, è stata messo in amministrazione straordinaria dalla Banca d’Italia per le perdite patrimoniali e la Procura di Bari ha aperto un nuovo fascicolo. Dopo due giorni di tensioni, accuse, polemiche il governo giallo-rosso e il Consiglio dei Ministri straordinario ha approvato un decreto che mette a bilancio 900 milioni di euro per il salvataggio attraverso Invitalia che dovrà ricapitalizzare MedioCredito centrale per poter poi salvare la Banca. Da quanto si apprende era dal 2010 sotto osservazione anche se con periodi migliori. I soci della Banca Popolare di Bari sono 70.000 con quote che al momento valgono meno della metà, i clienti sono 600mila di cui 100mila aziende sparse sostanzialmente tra Puglia, Molise e Basilicata. Sono 8 miliardi i depositi presso la BPB e di questi 4,5 sono sotto i 100 mila euro, perciò protetti in casa di fallimento dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi ma anche questo va ricapitalizzato. C’è poco da polemizzare.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article