Ben Miller Band. Any Way, Shape or Form. Folk, country, blues tra tradizione e modernità

history 2 minuti di lettura

Mentre l’ascolto va avanti sembra essere catapultati nei luoghi dove nasceva la tradizione della musica americana, anche quella che affonda le sue radici in quella irlandese e scozzese, un suono che miscela di folk antico, country, bluegrass e blues. Nel passato a questo mix gli hanno dato un nome proprio: Ozark Stomp, omaggio alle influenze della loro terra.


Ben Miller Band. Foto Paul Moore
separa_didascalia.gif

La Ben Miller Band nasceva intorno al 2005 ad opera  di Ben Miller cresciuto nelle zone rurali dello stato di Washington e con le prime esperienze artistiche nella sua città d’adozione Joplin (Missouri) dove incontrava Doug Dicharry e Scott Leeper attualmente in formazione. Per ricostruire  Joplin, distrutta da un  tornado, nel 2011 il gruppo ha creato un associazione di beneficenza e hanno concesso i diritti del disco Record for Joplin appositamente registrato. Qualche giorno fa si sono  presentati con il loro terzo lavoro in studio Any Way, Shape or Form che hanno elaborato  durante il tour che la band ha fatto come supporter degli  ZZ Top e prodotto da Vance Powell (Kings of Leon, Jack White).

Torniamo all’ascolto. Nella sequenza dei tredici brani, tra accelerazioni e rallentamenti, dopo essersi trovati nei luoghi musicali del passato si avverte che questa musica finisce con il radicarsi alla modernità e desta molto interesse.


Ben Miller Band. Ippodromo del galoppo, Milano. Foto Giovanni Daniotti

separa_didascalia.gif

Sarà per la velocità del banjo che fa correre l’iniziale The Outsider dove è da notare un primo potente assaggio di percussioni, sarà il bel blues di I Don’t Know dove non tralasciano di sporcare e distorcere, sarà per il ritmo dettato dai  cucchiai elettrici della cover di una canzone della tradizione The Cuckoo che assume tonalità tribali e in cui si sente fa forza delle percussioni maneggiate da Doug Dicharry, sarà la creatività espressa con il sound mariachi che compare nella ballata Prettiest Girl, sarà l’inarrestabile frenesia di Harry Up And Wait che è forse la migliore integrazione tra passato e presente, sarà per I Feel For You una dolce ballata che ci abbandona negli luoghi del sud e in qualche lieve accenno alle lontane Hawaii, sarà per 23 Skidoo un brano delizioso e leggiadro stile Dixieland che ci riporta veramente nel passato, sarà per l’uso moderno di strumenti tradizionali, per l’uso di oggetti, per un basso inventato, sarà per il titolo No War.
Non vi curate  di noi e ascoltate.
Ciro Ardiglione

genere: country-folk
Ben Miller Band
Any Way, Shape or Form
etichetta: New West Records
data di pubblicazione: 2 settembre 2014
brani: 13
durata: 43:46
cd: singolo

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article