Bonomi e l’assistenzialismo ad una via, quella verso le imprese

logo confindustria
history 1 minuti di lettura

Superstar: Carlo Bonomi, presidente degli industriali. All’assemblea annuale di Confindustria ne ha per tutti e su tutto. Esprime le sue opinioni e fa pressing sul Governo al quale consegna anche un volume di 385 pagine di proposte e visioni. Bonomi Ha parlato del buon uso del Recovery Fund, di Reddito di cittadinanza da abolire, di “Sussidistan”, di riforma degli ammortizzatori sociali, di riforma fiscale, di tassazione diretta mensile anche per i dipendenti “sollevando le imprese dall’onere ingrato di continuare a svolgere la funzione di sostituti d’imposta addetti alla raccolta del gettito erariale”. Poveri imprenditori. Si lamentano dell’assistenza salvo poi utilizzare la Cassa Integrazione, la riduzione dell’Ires, degli sgravi, per poi delocalizzare abbandonando attività e lavoratori, e che dire dell’elusione fiscale e dei paradisi fiscali come sede delle proprie aziende, e di quelli che in questi mesi di pandemia hanno fatto extra profitti? Sono anni che avete voluto e ottenuto contratti di qualunque tipo che hanno diffuso il precariato. Bonomi vorrebbe un premier alla Trump e un paese come gli USA, ma non è possibile al momento.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article