Brasile: la rincorsa delle classi agiate al vaccino.

Brasile Rio de Janeiro
history 1 minuti di lettura

Un interessante reportage dell’Assiocated Press racconta come e con quali giustificazioni le classi agiate del Brasile provano ad accaparrarsi i vaccini. Per la verità non sono solo i brasiliani a provare a non rispettare il piano vaccinale. I casi citati riguardano la Turchia, il Marocco, la Spagna e gli Stati Uniti dove gli ospedali di almeno otto stati sono stati accusati di favorire membri del consiglio di amministrazione, fiduciari, parenti e donatori. Ma in questi paesi è stato fermato il tentativo. In Brasile, invece, se ne dibatte pubblicamente dopo che i dipendenti della Corte Suprema si sarebbero industriati per mettere da parte circa 7.000 vaccini per se stessi e le loro famiglie. Lo scorso 26 gennaio, Bolsonaro ha detto di aver firmato una lettera per sostenere l’offerta di un gruppo di dirigenti brasiliani per 33 milioni di dosi con AstraZeneca, con la metà da usare come vogliono e la metà donata al sistema sanitario pubblico del paese. Secondo Bolsonaro una simile soluzione aiuterebbe “l’economia, e anche coloro che potrebbero voler vaccinarsi“. Nel frattempo il piano vaccinale pubblico va a rilento.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article