Brasile: Lula di nuovo libero.

Brasile São Luís una banda per Lula foto Masà
history 1 minuti di lettura

Dal Brasile una notizia attesa, certamente non scontata, giunge a squarciare le tenebre di questo scorcio di tempo. Luiz Inácio da Silva, per tutti semplicemente “Lula”, ha ottenuto l’annullamento delle condanne di corruzione, ed è nuovamente un uomo libero. La sentenza di annullamento è arrivata nella giornata di ieri, in un Brasile devastato dal Covid e dalla scelleratezza politica di Bolsonaro colui che, guarda caso, aveva nominato uno dei magistrati accusatori dell’ex presidente Ministro della Giustizia. Così Lula, che oggi ha settantacinque anni, potrà nuovamente candidarsi alle elezioni presidenziali del prossimo anno. Sarà dura per il grande leader della Sinistra, non solo brasiliana, accettare questa ennesima sfida. Ci arriverà sfibrato e stanco dei tanti anni della sua esistenza trascorsi in carcere, trovandosi a combattere, qualora la dovesse accettare, una battaglia non solo politica, ma globalmente sociale. Quella di far rialzare un gigante dissanguato dalle tante ferite inferte da quella che di fatto è tuttora una dittatura fascista e razzista, che perpetra ancora oggi crimini orrendi, nascondendosi dietro al velo di una fittizia legalità e della legittimazione internazionale.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article