Brexit: Johnson fa il duro e il Governo ammette violazioni

brexit regno unito

Una senza accordo resta al momento la conclusione più probabile del divorzio tra e Unione Europea. La posizione di Londra e del Premier Johnson sembra non prevedere soluzioni di compromesso. Oggi ricominciavano i negoziati per stabilire le regole per dopo l'uscita, ma il Primo Ministro ha dichiarato, con il senso di un ultimatum, che tutto va chiuso entro il 15 Ottobre altrimenti andrà per la sua strada da solo.
Intanto il sesto diplomatico dall'inizio dell'anno abbandona: il capo del dipartimento legale del governo britannico, sir Jonathan Jones si è dimesso, a quanto sembra, a causa dell'annuncio del Governo di voler legiferare per aggirare le intese sottoscritte con l'UE. Il Governo britannico ha dovuto ammettere “limitata violazione del diritto internazionale” se si approvasse una legge interpretativa dell'accordo e che riguarda la garanzia a mantenere un confine senza barriere fra Eire e Irlanda del Nord.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article