Catalogna: l’elezione di Puigdemont non s’ha da fare

history 1 minuti di lettura

La disputa tra Catalogna e Governo centrale non ha fine. Carles Puigdemont, unico candidato alla presidenza  Generalitat non potrà essere eletto «per via telematica o per delega a un altro parlamentare». È quanto ha stabilito la Corte costituzionale spagnola, per cui Puigdemont deve tornare dall’esilio in Belgio e presentarsi al Parlament martedì 30 gennaio quando dovrebbe esserci l’investitura, ma questo può avvenire solo dopo l’autorizzazione del giudice del Tribunal Supremo. L’ex presidente è di fatto un ricercato, accusato di «sedizione» per aver dichiarato l’indipendenza della Catalogna.
Il governo spagnolo di Mariano Rajoy sostiene che Puigdemont non possa ricoprire il ruolo di presidente, viste le accuse che pendono su di lui, ma la Corte non ha ammesso questo suo ricorso. Per ora non si vedono vie d’uscita.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: