Chi comanda in Russia?

Russia, Mosca

È questa una delle domande a cui provare a dare una risposta dopo quanto accaduto in queste ore in . Le numerose ipotesi sul campo e la loro nebulosità rendono impossibile una risposta chiara. Il capo dei mercenari della Wagner Yevgeny Prigožin dopo la conquista, senza resistenza, del quartier generale militare meridionale a Rostov-sul-Don e dopo l'avvio di una marcia alla volta di Mosca si è fermato per «evitare spargimenti di sangue». Uno stop frutto della mediazione di Alexander Lukashenko, presidente della , amico e alleato di Putin che avrebbe approvato le garanzie per la sicurezza dei mercenari della Wagner e dello stesso Prigožin che si sta dirigendo alla volta della Bielorussia. Non si hanno notizie sul ministro della Difesa, Sergei Shoigu e del comandante in capo, Valery Gerasimov accusati negli ultimi mesi da Prigožin di ogni genere di colpe. Questa volta il divide et impera che ha costantemente caratterizzato la gestione del potere di Putin non ha funzionato. I contraccolpi sul suo comando non saranno di poco conto. E la Russia sarà attraversata da un periodo turbolento.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article