COP25: non abbiamo fiducia ma basterebbe poco

cambiamento climatico riscaldamento globale siccità

Non abbiamo nessuna fiducia nelle attuali élite politiche ed economiche e non ci aspettiamo impegni risolutivi alla di Madrid.
La totale mancanza di fiducia dipende dal fatto non è chiara ai più la natura di ”catastrofica” che ha il riscaldamento globale.
La totale mancanza di fiducia è dovuta anche al fallimento quasi totale di quanto fatto finora. È dovuta anche al fatto che nessuno delle grandi nazioni pensa di dover cambiare modelli di produzione e di consumo. Nessuno di loro accetta l'idea che il riciclaggio non potrà mai, nemmeno lontanamente, servire ad incidere sull'inquinamento.
L'Emission Gap Report ci dice che 15 delle 20 nazioni più ricche, quelle del G20 sono responsabile di oltre i due terzi delle emissioni globali, non hanno un'agenda per arrivare all'azzeramento delle emissioni nette di gas serra. Ad avere agende con obbiettivi adeguati sono Cina, Messico e UE.
Eppure basterebbe impegnarsi con un po' più di serietà e meno pensieri ai profitti per fare passi avanti a Madrid tra il 2 e il 13 a Madrid.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article