Coppa Davis, a fatica restiamo in serie B

tennis
history 2 minuti di lettura

A Montecatini si è conclusa positivamente per l’Italia la settimana di Coppa Davis contro la Lettonia. È stato Potito Starace, chiamato in extremis a difendere i colori azzurri per un infortunio di tipo muscolare capitato a Fabio Fognini, a regalare il punto decisivo e la permanenza dell’Italia nel gruppo 1 della zona Europa-Africa.
Starace ha battuto il secondo singolarista lettone Andis Juska n. 394 della classifica mondiale e soffrendo solo nel terzo set quando chiudeva il match per 6-3 6-4 7-6 (7-3).
<<Anche oggi ho fatto due partite, quella di Andreas per cui tifavo mentre ero negli spogliatoi e la mia. Era troppo importante vincere, sono felice per tutta l’Italia del tennis. Noi abbiamo una squadra da serie A, ma negli ultimi anni non siamo stati fortunati con i sorteggi>>, dichiara a fine gara il nostro tennista [1].
Lo spareggio non era cominciato nel migliore dei modi per la sconfitta di Fabio Fognini ad opera del primo singolarista lettone, il ventenne e astro nascente Ernest Gulbis. Quest’ultimo, cinquantesimo della graduatoria ATP e proveniente da una buona annata grazie agli ottimi piazzamenti come i quarti al Roland Garros e a Cincinnati spazzava, nonostante la sospensione del match per oscurità, l’italiano 7-6 6-1 6-1.
I conti venivano pareggiati da Seppi che pur subendo una rimonta sul cinque a uno nel terzo set batteva Juska per 6-4 6-2 7-6.
Appariva chiaro che si doveva assolutamente vincere il doppio con Seppi – Starace che, pur perdendo il primo set, regalavano all’Italia un punto fondamentale nella seconda giornata con il punteggio di 3-6 6-3 6-2 6-4 giocando spesso su Juska punto debole della squadra avversaria.

La terza giornata cominciava bene con i primi due set conquistati da Seppi (n. 28 del ranking) contro Gulbis che però rimontava prima i due set e poi sul 1-3 a favore dell’italiano innanellava 5 giochi a zero per il definitivo 3-6 5-7 6-3 7-6 6-3.

Mentre si attende la finale tra Spagna e Argentina l’Italia spera nel prossimo spareggio per un ritorno nella serie A del tennis mondiale. Al sorteggio la dea bendata dovrebbe evitarci lo scontro casalingo con la Gran Bretagna e quello esterno con il Belgio.
Claudio La Torre

[1] www.federtennis.it, 21 settembre 2008

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article