Crisi di Governo: diversa governance? Rimpasto? Voto?

Palazzo Chigi Governo
history 1 minuti di lettura

Tutti parlano apertamente di crisi di governo possibile nonostante la drammaticità del periodo che attraversiamo. E la parola voto non è più solo nei discorsi o nelle richieste dell’opposizione. In maniera poco istituzionale il presidente della Camera, Roberto Fico, in un’intervista a Repubblica, ha chiarito che oltre questo Governo «l’unica strada possibile sarebbe il voto».
Non è facile che si arrivi a tanto anche perché molto è nelle mani del Presidente Mattarella. Ma Matteo Renzi alla fine un rimpasto, magari con l’entrata nella compagine ministeriale dei leader politici, lo otterrà. Il motivo è nella sua stessa frase: «Tutti privatamente ci danno ragione e poi in pubblico prendono le distanze». Eh sì:  da alcuni ambienti LeU, ad altri del M5S fino ad altri del Pd condividono il fastidio di una gestione monocratica del Presidente del Consiglio. Lo capiremo prima della definitiva approvazione di Bilancio. Ma crisi o non crisi, l’impianto dei provvedimenti possiamo starne certi non sarà capovolto per cambiare direzione di sviluppo.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piacuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: