Crisi di governo. Faide, poltrone e azioni coraggiose

Governo Palazzo Chigi
history 1 minuti di lettura

Che si stia discutendo (poco) anche di programmi è innegabile ed è altrettanto innegabile una discussione sui ministri che dovranno applicarli, ma quello che stiamo continuando a leggere e sentire è il tema vero del confronto/scontro tra Pd e M5S è l’occupazione dell’esecutivo. Beppe Grillo lo ha esplicitato in un video quando diceva “Abbiamo da progettare il mondo, invece ci abbruttiamo, e le scalette e il posto lo do a chi e i dieci punti, i venti punti, basta!”.
In particolare c’è la questione del/dei vicepremier. Di Maio un altro sconfitto di questo anno e poco più di governo gialloverde forse cerca un ruolo che lo tenga al riparo da faide interne. E quello delle faide è anche una questione interna al Pd.
Il paese dopo lo sfascio di decenni avrebbe bisogno di un cambio di rotta totale e repentino. Avrebbe bisogno di azioni coraggiose e simboliche, senza calcoli, come quelle di lasciar sbarcare dalle navi chi chiede aiuto. Non illudiamoci per il futuro.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article