La realtà rispetto ai dati contrastanti sul lavoro

lavoro economia
history 1 minuti di lettura

Il premier Matteo Renzi aveva affermato a Gennaio, che a Napoli, Apple (reduce da un consistente abbuono fiscale) avrebbe  impiegato circa 600 persone in una nuova iniziativa, in pochi mesi i posti si sono convertiti in 200 ammessi a un master universitario cofinanziato da Apple.
Sono stati pubblicati sul lavoro dati e commenti di ben tre fonti autorevoli ( Istat, Inps, ministero del Lavoro) con parametri tanto personalizzati da essere troppo spesso contrastanti e che generano confusione ad esclusione del considerare occupato chi lavora almeno un’ora a settimana!
Ma per capire basta ricordare due numeri: disoccupazione intorno al 12% e disoccupazione giovanile oltre 40%. È l’affacciarsi dei nuovi proletari, cooperanti, al lavoro nelle piattaforme degli spedizionieri, come quel lavoratore ammazzato stanotte a Piacenza.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piacuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: