Decreto sicurezza: quasi nulla è cambiato.

history 1 minuti di lettura

Come già accaduto varie volte per questo Governo, dopo la firma del Decreto sicurezza, il ministro dell’Interno ha esultato come fosse allo stadio. Ne ha ben donde perché, nonostante il richiamo del Presidente Mattarella per rispettare «gli obblighi costituzionali e internazionali» con riferimento all’articolo 10 della Costituzione, il contenuto è rimasto quasi lo stesso.
La presunzione di innocenza continua a non essere considerata perché in caso di reati del richiedente asilo si parla di una procedura d’urgenza per l’esame della richiesta di protezione internazionale ma se la domanda è rigettata «il richiedente ha in ogni caso l’obbligo di lasciare il territorio nazionale, pure in caso di ricorso. La protezione umanitaria continua a non essere di fatto contemplata perché ridotta a pochissimi casi.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article