Jelena Jankovic, di nuovo regina del tennis mondiale

tennis femminile
history 2 minuti di lettura

Il torneo di Stoccarda (650.000 $ di montepremi ) incorona di nuovo Jelena Jankovic come regina del tennis mondiale che aveva occupato il più alto gradino del podio solo per una settimana ad agosto.
Questo verdetto non è scaturito dalla vittoria della serba in finale ma già dalla eliminazione prematura della statunitense Serena Williams agli ottavi di finale per mano della cinese Li (da oggi n. 29 in classifica) che pur vincendo nettamente il primo set per 6-0 finisce per perdere gli altri due per 6-1 6-4.
La serba pur beneficiando della prematura uscita di Serena si era comunque avvicinata notevolmente in classifica in virtù del successo maturato la scorsa settimana a Pechino a spese della russa Svetlana Kuznetsova (n. 7 del ranking).
Il “passaporto” per conquistare il titolo per Jelena è maturato in semifinale sabato quando ha sconfitto Venus Williams con Serena già a casa.
La finale con una Porsche Arena affollata ha visto dominare la serba che si è imposta per 6-4 6-3 ancora su un’altra russa, Nadia Petrova (da oggi salita al n. 14 conquistando quattro posizioni) già battuta nei due precedenti incontri.
La serba a fine partita dichiarava  di essere naturalmente contentissima e nello stesso tempo stupita ad aver vinto due tornei consecutivi ed una fiammante Porsche Carrera arricchendo non solo il palmares, ma anche il proprio garage già forte di una Porsche Turbo.

In campo maschile  non riesce a Juan Martin Del Potro nel torneo di Tokyo (869.000 $ di montepremi), in contemporanea a quello femminile di Stoccarda, l’impresa della striscia di trenta partite consecutive vincenti che gli avrebbero dato la quinta vittoria in un torneo dopo Stoccarda, Kitzbuhel, Los Angeles e Washington.
Il match è stato senza storia e senza precedenti considerate le bellissime prestazioni a cui ci ha abituato il tennista argentino grande amico del “nostro” Simone Bolelli. Comunque grazie a questa finale conquistata e persa contro il temibilissimo ceko Tomas Berdick incrementerà di tre posti la sua posizione nel ranking mondiale occupando la nona piazza.
E’ bastata un’ora e diciassette minuti di gioco, 11 ace e l’opportunità di convertire 3 delle 8 palle break per dare al ceko un’altra vittoria con il punteggio di 6-1 6-4 ed  il quarto titolo in carriera.
Con questo successo maturato il ceko oltre a scalare sei posizioni salendo al n. 21, avrà la possibilità concreta di rientrare nei top ten per disputare il prestigioso Master di Shanghai.
Massimo Meridio

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article