Dimissioni Hulot: la sconfitta della Francia ecologista.

le bandiere della Francia e dell'Europa
history 1 minuti di lettura

Nicolat Hulot, ministro della Transizione ecologica, ha rassegnato le dimissioni dal governo conservatore di Edouard Philippe. Quest’ultimo e soprattutto Macron sono stati smascherati: l’agenda ecologista era composta di temi di facciata.
Hulot, senza avvisare i due leader, ha annunciato le dimissioni durante un programma radiofonico su France Inter e le ha motivate sostenendo che non vuole più mentire a se stesso: «Abbiamo cominciato a ridurre l’uso dei pesticidi in Francia? La risposta è no. Abbiamo cominciato a tutelare la biodiversità? La risposta è no. Abbiamo cominciato a bloccare lo sfruttamento del suolo? La risposta è no». La sua più grande sconfitta forse è stata quando nel novembre 2017, al termine di una riunione di gabinetto, aveva dovuto annunciare l’abbandono della scadenza del 2025 per la riduzione al 50% del energia nucleare nel mix energetico francese.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: