Ecofin: aggiornata la lista (monca) dei paradisi fiscali.

denaro sporco mafie illegalità
history 1 minuti di lettura

L’Ecofin e cioè il Consiglio composto dai Ministri delle finanze degli stati membri, ancora una volta non è riuscito a trovare un accordo per tassare in maniera univoca le imprese digitali che così continuano ad eludere le tasse. È stata invece aggiornata la black list dei paradisi fiscali nella quale si sono aggiunte oltre alle nazioni già presenti (Samoa americane, Guam, Samoa, Trinidad e Tobago e le Isole Vergini), Aruba, Barbados, Belize, le Bermuda, Dominica, Fiji, Isole Marshall, Oman, Emirati Arabi e Vanuatu. Quello che non si capisce è come mai nazioni dove sono scoppiati clamorosi scandali finanziari internazionali (Panama, Bahamas, Svizzera, Isole Vergini britanniche, Isole Cayman, Isola di Man, …) non ne facciano parte.
Per di più la black list non ha conseguenze particolarmente negative per quei paesi: non riceveranno più aiuti dall’Unione europea, fermo restando quelli allo sviluppo. Sono i singoli stati che devono intervenire.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: