Elezioni europee 2019. L’assenza dell’emergenza ambientale.

Parlamento europeo
history 1 minuti di lettura

Le Elezioni europee del 26 Maggio avrebbero dovute essere imperniate su due temi come far crescere le ragioni del lavoro e dell’ambiente. Quest’ultime sono dirimenti perché non ci lasciano più spazio di manovra. Non solo si dibatte poco e male ma si continua a fare poco o nulla anche da parte dell’area del centro e della sinistra che a parole condannano le posizioni negazioniste dei sovranisti, Trump in testa. Già per come la penso gli Accordi di Parigi servono a poco perché andrebbe ripensato il sistema ma poi dai 5Stelle al Governo tedesco non rispettano gli impegni presi a Parigi.
Eppure anche dentro il Parlamento europeo che di fatto è un co-legislatore insieme al Consiglio europeo per il Bilancio, si potrebbe fare molto facendo crescere e meglio, cioè verso un radicale cambio di paradigma, quei 148 miliardi di euro (Bilancio 2019) ed in particolare la spesa per la Crescita sostenibile e le risorse naturali ora a 57 miliardi di euro.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article