Elezioni in Austria: sconfitta la destra razzista.

Austria bandiera
history 1 minuti di lettura

Lo sfondamento a destra, quella nazionalista e razzista, non c’è stato. Non c’è stato nessun effetto Trump, e nessun effetto Brexit. E così non ci sarà nemmeno uno spostamento della politica estera e soprattutto europea verso Est dove, a cominciare dall’Ungheria, spirano venti simili a quelli che Hofer rincorre.
In Austria, la vittoria del verde Van Der Bellen alle elezioni presidenziali è stata netta con il 53,3% dei consensi. È vero che il ruolo del Presidente è molto limitato, ma si è impedita l’ascesa di un politico di estrema destra che avrebbe fatto di tutto per sostenere le proprie idee, a cominciare da un referendum per l’uscita dell’Austria dall’Ue.
È solo un primo passo per la difesa di valori democratici. Le fasce più povere e meno istruite hanno votato massicciamente per Hofer, così come le aree industriali, a dimostrazione che le democrazie, se vogliono essere condivise, devono permettere a tutti di vivere con dignità.

-----------------------------

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article