Elezioni in Brasile: democrazia a rischio

history 1 minuti di lettura

La democrazia in Brasile è a rischio. Con il tempo potrebbero essere cancellate molte leggi che ne fanno un paese libero. E il pericolo non è solo per il Brasile, provocherebbe danni nel resto dell’America Latina. Il candidato alla Presidenza dell’estrema destra Jair Bolsonaro, vicino al 50% al primo turno con il 68% delle sezioni scrutinate, ha elogiato la tortura e la dittatura militare che ha dominato il paese dal 1964 al 1985. Chi ne soffrirà di più saranno le persone di colore, le minoranze e le donne. La sua campagna elettorale ha sfruttato tutto il malessere che c’è nel paese per una crisi economica molto seria, per la corruzione presente in ogni dove e una criminalità dilagante. Anche se dovesse perdere, come successo in altri paesi, potrebbe dichiarare illegittime le votazioni, e con militari e forze dell’ordine sono dalla sua parte tutto può accadere.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: