Europa: continua lo scontro sul nucleare e gas

centrale nucleare
history 1 minuti di lettura

Il nucleare e il gas secondo al Commissione europea dovrebbero entrare tra le energie rinnovabili e la presidente Ursula von der Leyen ha detto ha detto esplicitamente che sono «necessarie per la transizione». Ma non è detto che andrà così e noi continueremo a sostenere che non s’ha da fare. Non è detto che andrà così perché oltre alla mobilitazione dal basso e delle ONG, è in atto uno scontro tra le istituzioni europee e tra le stesse nazioni che premono in direzione opposte e contrarie. La Francia, e le lobby del nucleare, avrebbe bisogno di una montagna di risorse finanziare per mettere in sicurezza le vecchie centrali, per costruirne altre e per i depositi di scorie che sono un problema anche per quelle nazioni come l’Italia che ha dismesso il nucleare. Austria, Danimarca, Lussemburgo e Spagna sono contrarissime. Se in sede di Commissione è difficile l’opposizione, nel Parlamento la bocciatura della proposta della Commissione europea è nelle possibilità. Del resto la commissione degli esperti Ue ha bocciato, lo rivela il Financial Times, sia il gas naturale che il nucleare perché non rispettano le caratteristiche delle energie rinnovabili.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article