Gerusalemme … Trump … e le altre parole

history 1 minuti di lettura

Che dire dopo le recenti decisioni del presidente Trump su Gerusalemme? I commenti sono stati già tanti e di diverso tono.
Ci permettiamo allora di affidarci alle parole che David Grossman – lo scrittore israeliano che, pur difendendo le ragioni ebraiche, sostiene che la sicurezza per Israele è legata alla risoluzione della questione palestinese – ha usato qualche anno fa per aiutarci a riflettere sulla sottile linea che separa la guerra dalla pace.
Come le volpi del racconto biblico di Sansone, legate per la coda a un’unica torcia in fiamme, così noi e i palestinesi ci trasciniamo l’un l’altro, malgrado la disparità delle nostre forze. E anche quando tentiamo di staccarci non facciamo che attizzare il fuoco di chi è legato a noi – il nostro doppio, la nostra tragedia – e il fuoco che brucia noi stessi”.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article