Giusy Versace: Maddalena, la forza del destino

Giusy Versace Maddalena la forza del destino
history 4 minuti di lettura

Un romanzo intenso in cui amore e dolore s’incontrano; un romanzo che esplora la segreta resistenza dei sentimenti e la capacità di vivere il destino e la sua forza a tratti dirompente, a tratti magicamente rigenerante. Giusy Versace ci coinvolge in una narrazione che non può lasciare indifferenti.

Giusy Versace MaddalenaLungo le strade della vita, ci sono cammini che appaiono quasi lineari. Una serena elaborazione di un destino che vive delle piccole e grandi scelte che ognuno di noi è chiamato a fare per definirsi.
Maddalena, la protagonista di questo delicato romanzo di Giusy Versace, è una protagonista semplice, come potrebbe esserlo ognuno di noi lettori. Maddalena ha le sue attese, i suoi sogni, le sue opinioni, e gestisce la sua esistenza, confrontandosi con la scoperta di sentimenti nuovi e pulsioni avvolgenti.

Citazione 1
Parlammo a lungo quella mattina: sembravamo due amici di vecchia data che si erano persi per un lungo periodo ed ora erano ansiosi di raccontarsi tutto. Ci salutammo dandoci appuntamento, per il mattino seguente, davanti all’aula di Analisi. E così fu! Da quel momento in poi tra di noi iniziò una lunga e duratura amicizia, che naturalmente comprese anche Fabiana.

Le vite, forse, senza rifugiarci in famose citazioni sui destini delle famiglie felici e di quelle infelici, scorrono con estrema semplicità e ognuno, a un certo punto del proprio cammino, cerca e incontra l’amore, e quel timbro di unicità che esso offre. Quell’amore che può suggerire sfumature di senso davvero diverse, appartenendone alcune anche al campo della fede.
Maddalena incontra tutte le esperienze di una ragazza che cresce in un ambito familiare sereno e sperimenta il peso e il valore delle amicizie, delle relazioni scolastiche. In fondo, che cosa di strano può accadere nella sua vita?

Citazione 2
La primavera è una stagione che non mi piace molto.
Sì è vero, iniziano le belle giornate, ma io per forma mentis non amo le vie di mezzo. Per questo non mi piace questo falso caldo, a tratti persino freddo. Nessuno nega l’importanza di tale stagione, ma, si sa, ognuno ragiona a suo modo: l’importante è, come dico sempre io, usare il cervello e non lasciarlo sempre dormiente.

E l’amore si materializza in maniera brillante con un incontro, che avviene a Londra, con un fascinoso musicista che potrebbe riempire per sempre la vita di Maddalena.  Eppure, soltanto amando, si comprende che cosa si vuole da esso.
E Maddalena, pur sentendo pienamente l’attrazione e il fascino di Luigi, realizza come una sorta di epifania che il suo destino non può essere il legarsi a un uomo proiettato al suo vivere, al suo andare, alla sua arte.
Come nei romanzi “robusti” di un tempo, Maddalena riconosce e scopre se stessa, dopo una serata da favola, che potrebbe aprirle scenari da sogno apparente.
In pochi istanti, Maddalena comprende di desiderare una relazione più stabile, più concreta, più diretta, più immediata.
Dall’ebbrezza che Luigi ha saputo offrirle, lei scopre che la sua vita – il suo destino, si direbbe – la sta guidando verso Gianni, l’amico che, con una scena davvero inattesa, le ha dichiarato tanto amore.

Citazione 3
Il pianto di Rachele, le sue braccia delicate ed esili che mi stringevano, il tepore di quella coperta, con le rose rosse ricamate che a me piaceva così tanto, furono i fattori che mi riportarono alla dimensione reale, incoraggiandomi a reagire.

Questa è la scelta di Maddalena; questa è la vita che lei ha deciso di vivere con Gianni, con la costruzione di un amore, di una casa, di una famiglia. E tutto scorre, secondo canoni che potrebbero apparire come noti, eppure tutti da inventare.
E la vita va, con le gioie e le conquiste, con il cammino dei figli e un viaggio da compiere a Cuba, un’esperienza da conservare nella mente e da raccontare poi per il suo valore di scoperta. E tutto va, tutto sembra svolgersi secondo un copione: improvviso, brutale, tossico, mortale, il destino decide di giocare la sua carta inattesa, quella che può trasformare una serena storia d’amore in una tragedia.
Un incidente d’auto porta via Gianni, il marito, il padre, l’amico di sempre.
La vita che sembrava banale e segnata scompare e, in questo dissolversi, assume tutto il suo valore, tutta la sua pregnanza, tutta la sua essenza.
Maddalena precipita nel dolore, appena trattenuta dall’amore per i figli.

Citazione 4
Non poteva essere vero, mi sentivo soffocare, sembrava una di quelle situazioni paradossali da romanzo, eppure era tutto vero: lo stesso giorno, la stessa notte, lo stesso destino. Mi alzai di scatto e andai fuori. Luigi mi raggiunse immediatamente, prendendomi dolcemente per le spalle.

Non vogliamo svelarvi il finale del romanzo; un finale in cui la prepotente forza del destino torna a giocare il suo ruolo.
Il cammino di Maddalena si confronterà con una svolta del tutto inattesa, con un sussulto profondo dell’Amore e della speranza che ogni uomo deve custodire nel proprio cuore, per superare lo sterile confine dell’oggi o l’angosciante involucro del dolore che paralizza.
Maddalena potrà, con serenità rispetto al passato perduto e moderazione rispetto al futuro che si schiude, ritenere che la vita le abbia offerto una nuova possibilità, e che il destino, con la sua forza a tratti incomprensibile, costruisce e distrugge oltre le nostre forze.
Antonio Fresa

Giusy Versace
Maddalena la forza del destino
Laruffa Editore Edizioni Carvilla, 2015
Pagine 160; € 12

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article