Etiopia. Guerra nel Tigray: Addis Abeba si avvicina alla capitale

tigray axum etiopia
history 1 minuti di lettura

Della guerra nella regione del Tigray non è facile avere notizie verificate. Dal 4 novembre quando è iniziata l’offensiva del governo centrale le vittime rischiano di essere migliaia, come decine di migliaia sarebbero i rifugiati soprattutto nel Sudan. Il tentativo di mediazione dell’Unione africana è stato rimandato al mittente dal governo dell’Etiopia. Il Primo ministro dell’Etiopia Abiy Ahmed ha inviato una lettera alla popolazione di Makaellè, la capitale della regione, con la quale si chiede la resa entro il prossimo 25 novembre. Il leader del Fronte di Liberazione del Tigré, Debretsion Gebremichael ha negato che la città sia sotto assedio. Oltre ai drammi delle persone ci sono da considerare anche i danni al patrimonio artistico nel Tigray come l’aeroporto nell’antica città di Axum, una popolare attrazione turistica e patrimonio mondiale dell’UNESCO come afferma il Governo e riferisce Reuters. Resta anche alto il rischio di un all’estensione del conflitto all’Eritrea accusata di appoggiare le truppe di Addis Abeba.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article