I Care a Lot di J. Blakeson

Rosamund Pike I Care a Lot
history 4 minuti di lettura

Non credo di aver mai desiderato tanto la morte della protagonista di un film come mi è accaduto guardando «I Care a Lot». Mi era talmente odiosa che ho persino interrotto la visione a 10 minuti dall’inizio. Poi ho letto il breve riassunto del film, e scoprendo che la suddetta protagonista finisce nei guai scoprendo che la sua ultima vittima ha legami con un potente gangster mi sono rianimata e ho ripreso a guardare.

Peter Dinklage e Rosamund Pike I Care a Lo
Peter Dinklage e Rosamund Pike in I Care a Lot (2020)

Il regista britannico J. Blakeson racconta la realizzazione del sogno americano, inteso come soldi e potere, di Marla Grayson (interpretata da Rosamund Pike) che, agganciandosi al sistema delle tutele legali e in combutta con un medico compiacente, ne sfrutta le numerose pieghe d’ombra. Ricca e potente Marla lo diventa grazie ad un certificato medico che attesta l’incapacità all’autosufficienza e un ordine del giudice; i prescelti sono gli anziani, preferibilmente soli, ma vanno bene anche se muniti di parentela. Con l’ordine del giudice in una mano e la tutela dall’altra, l’algida donna d’affari spedisce il malcapitato vecchietto in casa di riposo mentre prende in carico ogni bene mobile ed immobile, svuota conti correnti e vende ogni proprietà e bene di valore. Pagata la retta della casa di cura, tutto il resto è guadagno puro. E’ persino più facile farlo che a raccontarlo.

Cavaliere con spada e mantello in corsa per salvare l’anziana rinchiusa, è un gangster di celebre ribalderia che metterà tutti i mezzi a disposizione per eliminare il nemico e salvare la sua attempata donzella. Un duello all’ultimo sangue che alza la posta in gioco per un risvolto finale forse poco ingegnoso, ma purtroppo quanto conseguente!

Cinismo allo stato puro, che la stessa protagonista denuncia sin dalle prime battute del film, quando la sua voce off proclama, con una punta di orgoglio «Credete di essere delle brave persone, ma non lo siete». Mal comune mezzo gaudio, insomma.
Marla Grayson-Rosamund Pike però non è sola; si tratta infatti di criminalità organizzata e legalizzata da interessi di ogni settore: istituzionale, assistenziale, immobiliare, medico. «Un sistema immorale» come dice la stessa Pike in un’intervista rilasciata a D de La Repubblica «Marla se ne approfitta, ma in fondo non fa niente di proibito o vietato dalla legge».

Eiza González, Dianne Wiest e, Rosamund Pike, I Care a Lot
Eiza González Dianne Wiest e Rosamund Pike in I Care a Lot (2020)

Amorali e immorali sono tutti i protagonisti che ad ogni levar del sole si preparano come per andare in guerra, con la spietata ma efficiente sicurezza che al loro sogno di potere si aggiungeranno le ricchezze della vittima del giorno. Il regista mette in primo piano il nervo scoperto del sistema sociale a stelle e a strisce, inserendolo in un racconto dai risvolti kafkiani. Commedia nera-nera ma convincente, in cui sopratutto il ruolo della dark lady assume una intrigante dimensione. Odiosa ma credibile, la Pike si trasforma ed eccelle anche in questo caso, lontana miglia dall’eterea Jane Bennet (Orgoglio e pregiudizio) e in una rinnovata rielaborazione della freddezza calcolatrice di Amy Dunne (L’amore bugiardo).

V. Ch.

i care a lot J BlakesonGenere commedia, thriller, giallo
I Care a Lot
Regno Unito, 2020
Durata 118 min

Regia J Blakeson
Sceneggiatura J Blakeson
Produttore J Blakeson, Michael Heimler, Teddy Schwarzman, Ben Stillman
Produttore esecutivo Andrea Ajemian, Sacha Guttenstein
Casa di produzione Black Bear Pictures, Crimple Beck
Distribuzione in italiano Prime Video
Fotografia Doug Emmett
Montaggio Mark Eckersley
Effetti speciali Nicholas Bennett
Musiche Marc Canham
Scenografia Michael Grasley
Costumi Deborah Newhall
Trucco Krystle Poulin

Interpreti e personaggi
Rosamund Pike: Marla Grayson
Peter Dinklage: Roman Lunyov
Eiza González: Fran
Dianne Wiest: Jennifer Peterson
Isiah Whitlock Jr.: giudice Lomax
Macon Blair: Feldstrom
Alicia Witt: dott.ssa Amos
Damian Young: Sam Rice
Chris Messina: Dean Ericson

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: