I militari USA hanno detto no a Trump

USA Washington il monumento ai Marines
history 1 minuti di lettura

Ora che tutto è sotto il perfetto controllo“, i soldati della Guardia Nazionale si possono ritirare. Il presidente degli Stati Uniti ha dovuto incassare una sonora sconfitta dopo diversi giorni che aveva minacciato di dispiegare i militari per fronteggiare con la forza le proteste contro la violenza della polizia e il razzismo sempre più imperante. Sono stati diversi ambienti militari e civili che avevano già condannato quanto accaduto a Washington e in altre parti con l’uso di irritanti chimici e granate flash-bang contro manifestanti pacifici. Da quello che si intuisce l’uso della violenza sarebbe stato contrastato dal capo di Stato maggiore delle Forze armate americane, Mark Milley, e dal segretario alla Difesa, Mark Esper.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article