I morti e le devastazioni a Bitti e in Sardegna

volontari della solidarietà alluvione Sassari Sardegna Valentina Abbate
history 1 minuti di lettura

Il dolore per le morti e la devastazione a Bitti e in Sardegna sono difficili da sopportare. Era il 2013 e il ciclone Cleopatra da quelle parti aveva colpito duramente. Quella dei giorni scorsi è stata un’alluvione di gran lunga più violenta a quella di sette anni fa. Adesso si deve assistere e presto tutti coloro che ne sono stati colpiti a vario titolo. Ma ci si augura, anche se sembra una speranza vana, un cambio di registro rispetto alla tematica del cambiamento climatico. Lo dicono tutti: questi fenomeni sono aumentati di intensità e frequenza. Noi però continuiamo ad andare sempre nella stessa direzione. Bisogna mettere in sicurezza il territorio del Bel Paese e in Sardegna il pericolo è costante in buona parte dell’isola. Bisogna che la transizione ambientale avvenga a tappe forzate e con modelli di produzione e consumo rivoluzionati.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article