I Sioux, il Dakota Access Pipeline e Intesa San Paolo

grafico con le aziende finanziatrici dell'oleodotto Dakota
history 1 minuti di lettura

Donald Trump ha autorizzato la costruzione del Dakota Access Pipeline. Per 1900 km., l’oleodotto attraverserà gli USA dal Dakota all’Illinois passando per le terre sacre dei Lakota Sioux di Standing Rock. Ma i nativi non hanno ricevuto che dinieghi, anche espressi violentemente, perché alla fine il petrolio passerà.
L’impatto ambientale sarà enorme soprattutto per le riserve di acqua potabile a causa e non solo di sversamenti. Greenpeace per la parte italiana ha chiesto alla banca Intesa San Paolo di smettere di finanziare il progetto. Nessuna risposta né all’associazione ambientalista né ai Sioux che avevano invitato ad un incontro tutti gli istituti di credito coinvolti. Puoi firmare la petizione.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article