Il buio dell’antisemitismo in Francia e in Europa

history 1 minuti di lettura

Parigi, Place de la République, ventimila cittadini si riuniscono per dare un segnale contro l’antisemitismo. Da settimane episodi gravi si verificano in Francia dalla svastica sul murales con il volto di Simone Veil, ai pesanti insulti di cui è stato fatto oggetto Alain Finkielkraut, filosofo, giornalista e opinionista francese, durante l’atto XIV della protesta dei gilet gialli, fino alla profanazione del cimitero ebraico nel villaggio di Quatzenheim in Alsazia, dove ottanta tombe sono state oltraggiate con svastiche di colore giallo e blu.
Non è sono la Francia, ma l’intera Europa che è attraversata da continui episodi antisemiti. Una barbarie che può far incendiare il Vecchio Continente. Per decenni non si è voluto fermare fascismo e nazismo strisciante continuando a banalizzarli o peggio ad accettarli. Girate intorno e vedete quanti politici, simpatizzanti o fascisti, in Europa siedono nei Parlamenti o sugli scranni dei Governi.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article