Il consenso e la prassi dei disegni di legge

Economia finanza denaro
history 1 minuti di lettura

I disegni di legge del Governo Renzi perfezionano una prassi, utilizzata recentemente in occasione della Legge di stabilità. E cioè: il premier in conferenza stampa lancia misure non ancora formalizzate, le misure restano coperte e si verificano le reazioni. Prima ancora del vaglio del Parlamento si apportano tagli e modifiche che accrescono il consenso. Così la Finanziaria 2017 è stata riedita nella parte relativa al condono. Si è notata l’insofferenza  per il provvedimento ed  in particolare verso il “condono dei liquidi”, un regalo per chi ha fondi in nero. Non piace, ribattezzata “acchiappa-ricchi“, si ipotizzano aiuti a persone come Corona e Maradona. Così, sulla base delle opinioni di osservatori  e cittadini, è cancellata dal testo alla firma del Presidente della Repubblica. Certo si è evitato uno sconcio, ma siamo proprio sicuri che questa prassi sia costituzionalmente ammissibile?

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article