Il gioco dell’esame (di Stato) e la scuola delle mille riforme

scuola istruzione
history 1 minuti di lettura

Passano i governi (destra, sinistra, conservatori, progressisti e così via, ognuno scelga la formula che ritiene più idonea a definire le cose), ma non passa la smania tutta italiana di mettere le mani sulla scuola e nella scuola.
Si cambiano gli esami e le regole, mentre il “gioco” è in corso, e si sovrappongono norme a norme.
Si annunciano, a ogni nuovo governo, riforme epocali e innovazioni mirabolanti.  La burocrazia trionfa in un ginepraio di norme, enti, sistemi, gestioni.
Il digitale crea i problemi che aveva promesso di risolvere e non si avvia mai un vero dibattito che non sia frutto di qualche emergenza.
Alla fin fine, il vero miracolo italiano è che le scuole sono ancora aperte ogni giorno, e questo accade nonostante tutto e tutti.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: