Il lavoro sempre più precario

due lavoratori che caricano una zucca su un camion
history 1 minuti di lettura

Più contratti a tempo determinato e meno contratti a tempo indeterminato. L’Osservatorio del precariato, aggiornato dall’INPS ai primi quattro mesi del 2017, dice due cose. La prima che non potendo più usare i voucher, le aziende hanno comunque assunto offerte di lavoro a tempo determinato, con un più 30,6% rispetto allo stesso periodo del 2016 e, come spiega la segretaria CGIL Camusso: «la crescita dei contratti di somministrazione, tempo determinato e apprendistato conferma che l’alternativa c’è». La seconda è che continuano a diminuire la trasformazione dei contratti a tempo determinato in quelli a tempo indeterminato dopo la fine degli incentivi. Non è questa la politica del lavoro.

 

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article