Il Pan Del Diavolo, Supereroi

Il pan del diavolo
history 2 minuti di lettura

Le canzoni di questo disco sono orientate al racconto della quotidianità, di quello che accade alla maggior parte di noi, delle piccole cose e dei nostri sentimenti più semplici. Niente a che vedere con l’immaginario che avrebbe potuto destare il titolo: Supereroi.

copertina supereroi il pan del diavoloNon sono quelli della tradizione cinematografica o del fumetto. Ma i molti che nelle loro esistenze assurgono a personaggi coraggiosi e con superpoteri, per un momento. Così in Qui e adesso, un ritmo lento segnato dall’intreccio delle chitarre con un arrangiamento “quasi pop” e la voce di Pierò Pelù che canta
la tua mente è vento
così forte che ti lascia ondeggiare
tu devi lottare
contro la corrente che sa già dove arrivare
è il tuo punto di vista quello che cambia

milioni di persone provano lo stesso
non saremo mai soli
se apri gli occhi adesso

Forse in coerenza con questi temi che il disco de Il Pan Del Diavolo non corre veloce come i precedenti. Forse non è un caso che uno dei brani più belli è una ballata: L’amore che porti. Il dialogo ben congegnato tra l’acustica e le lievi distorsioni fino ad allargarsi, dopo un brevissimo passaggio strumentale, con colpi della grancassa profondi e adagiati.
Come il sogno guida il sonno
anche la vita riserva
ancora qualche sorpresa
anche lei è un sogno
una cascata di istinti che non riesco a far stare zitti



Supereroi, undici brani di una miscela di folk, blues e rock che vedono un ruolo importante nella produzione di Piero Pelù perché direttamente coinvolto nelle canzoni Aquila Solitaria, Supereroi, Tornare da te e la citata Qui e Adesso. Nel disco però Pietro Alessandro Alosi e Gianluca Bartolo non hanno portato con loro il front man dei Litfiba ma hanno avuto anche la collaborazione  dei Tre Allegri Ragazzi Morti, Vincenzo Vasi (Capossela), Umberto Maria Giardini, Francesco Giampaoli (Sacri Cuori), Ugo Cappadonia e la violinista country Laura Masotto.
Nonostante queste presenze il suono del duo “in purezza” si sente ancora, ma il disco ha perso un po’ della combattività e dell’immediatezza dei precedenti come l’esordio Sono all’Osso (2010), il successivo Piombo Polvere e Carbone (2012) che ha evidenti divagazioni psichedeliche e FolkRockaBoom (2014) che presenta connotazioni desertiche (Calexico e Giant Sand), connotazioni che qui ritroviamo per  esempio nel country incalzante di Messico e in qualche intermezzo di Finale che però appartiene ad un’altra cifra stilistica forse che si riappropria di ricordi del passato almeno per la velocità.
Non vi curate di noi e ascoltate!
Ciro Ardiglione

Il Pan Del Diavolo
Supereroi
etichetta: La Tempesta Dischi
data di uscita: 17 febbraio 2017
brani: 11
durata: 37’23”
cd: singolo

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article