Il Papa e la riforma del capitalismo

Sudafrica giovani povertà
history 1 minuti di lettura

«Il capitalismo continua a produrre gli scarti che poi vorrebbe curare, il principale problema etico di questo capitalismo è la creazione di scarti per poi cercare di nasconderli o curarli per non farli più vedere», queste parole non sono di un rivoluzionario che vuole abbattere il sistema economico dominante del pianeta. Sono di Papa Francesco che torna a puntare il dito sui i mali del sistema.
Il pontefice vede la necessità di mettere mano all’organizzazione con degli interventi radicali per bloccare i “mercanti” e impedire che continui a scavare fossati incolmabili tra la maggior parte della popolazione povera e pochi dediti al dio profitto. È giunto il momento di «costruire un sistema dove le vittime siano sempre di meno, dove possibilmente esse non ci siano più».
Potrebbe essere un ottimo inizio di un programma elettorale serio in qualsiasi paese.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article