Il pasticciere di Luigi Sardiello

history 2 minuti di lettura

Achille Franzi è un pasticciere meticoloso che si prende cura dei suoi dolci come se fossero i propri figli. Nella Puglia dove è nato svolge il suo mestiere con buon successo e soprattutto vive la sua vita con gran calma e tranquillità. Ma un giorno, uno scherzo del destino lo trasforma nella persona sbagliata al momento sbagliato e da quel momento in poi la sua esistenza sarà travolta da insidie pericolose e tranelli compromettenti.

Al suo fianco una donna sensuale e ambigua e sul versante opposto una poliziotta scrupolosa, alle prese con un caso più grande di lei; ma soprattutto una terra di nessuno dove si trova catapultato all’improvviso e di conseguenza intrappolato, senza possibilità di alternative, se non una e definitiva.
Luigi Sardiello fa de Il pasticciere un insieme di generi diversi, tra cui il noir spicca tra tutti: sospetti, truffe, minacce, femme fatale e finale a sorpresa! Ma non manca l’ironia, espressa attraverso il nostro protagonista interpretato da un ottimo Antonio Catania, che oscilla tra dolcezza apatica e inconsapevole smarrimento. Quindi commedia sofisticata, surreale e riflessione esistenziale.

Ma i veri protagonisti d’eccellenza di questa storia sono i dolci, presenti dall’inizio alla fine di questo film accompagnando le vicende assurde di Achille, che puntuale alla legge del contrappasso è un pasticciere diabetico che per una questione genetica non assapora mai la vera dolcezza della vita.
In conclusione il regista non fa che sviluppare il prototipo dell’uomo buono, che messo in trappola, non è più in grado di sapersi opporre alla realtà che lo ingloba senza pietà, lasciandogli una sola via di uscita. Malgrado la storia abbia una sua linearità e una chiave di lettura intelligente, il film non spicca né per ingegno né per acutezza, causa di alcune interpretazioni non proprio brillanti di alcuni tra i protagonisti e causa della scelta di alcuni archetipi non proprio originali.
In sala dal 31 ottobre, nella notte di Halloween io sceglierei altro genere di emozioni!

Annalisa Liberatori

Titolo: Il pasticciere – origine/anno: Italia 2013 – genere: commedia/noir – regia: Luigi Sardiello – interpreti: Antonio Catania, Rosaria Russo, Ennio Fantastichini, Sara D’Amario

-----------------------------

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article