Iran: accuse a Israele per l’incidente al sito nucleare di Natanz

Teheran Iran
history 1 minuti di lettura

La guerra sotterranea, e non solo, tra Iran e Israele sembra non doversi arrestare. Il ministro degli Esteri dell’Iran Mohammad Javad Zarif ha incolpato Israele e ha detto che l’affronto verrà vendicato anche se poi avrebbe affermato, secondo la TV pubblica, che “non permetteremo che questo atto di sabotaggio influenzi i colloqui sul nucleare“. Sabato scorso, da Natanz, il presidente iraniano Hassan Rohani confermava l’impegno dell’Iran per la non proliferazione nucleare.
Il New York Times smentendo la versione iraniana di un attacco informatico e citando fonti di intelligence, ha riportato che si sarebbe trattata di una esplosione che domenica ha messo fuori uso, forse per diversi mesi, il sito nucleare di Natanz. Non ci sarebbero feriti o perdite contaminanti.
Da Israele nessuna conferma o smentita. Il giorno dell’incidente il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin incontrava il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz e si ribadiva che un accorso sul nucleare con Teheran non minerà in nessun modo la sicurezza di Israele.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: