Iraq diventa campo di battaglia tra forze esterne

history 1 minuti di lettura

L’Iraq, come diverse altre aree del Medio Oriente, potrebbe tornare ad essere teatro di guerra, per interposte milizie o direttamente, delle potenze interessate. Dopo che un contractor americano ucciso e altri militari americani e iracheni feriti a causa di un attacco alla base di Kirkuk, è arrivata la risposta USA con raid aerei su milizie sciite sia in Iraq che in Siria. L’espansione dell’influenza e della presenza, anche militare, dell’Iran in quel paese comincia a preoccupare gli americani. Il governo iracheno ha protestato con gli Usa per i raid sulle milizie sciite, e si dice disposto a “rivedere le relazioni”. Teheran ovviamente condanna gli attacchi additandole come “un chiaro esempio di terrorismo”. L’Iraq è un paese strategico sia per la sua posizione nel Medio Oriente che per le sue ricchezze e nessuno si tirerà facilmente indietro anche perché non c’è di fatto un governo e la popolazione è in rivolta per le disuguaglianze nonostante la ricchezza del paese.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piacuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: