Kosovo: un’indipendenza nata male e poi tradita

Kosovo bandiera
history 1 minuti di lettura

Il 17 febbraio 2008 il Parlamento di Pristina dichiarava solennemente e unilateralmente l’indipendenza del Kosovo dalla Serbia. Da allora sono passati dieci anni ma non è cambiato molto né al suo interno né a livello internazionale tanto da lasciar pensare che non sia ancora una nazione vera. Una nazione non riconosciuta unanimemente: Cina, Russia, Spagna, Serbia gli stati più importanti a non averlo fatto.
Hashim Thaci, presidente della Repubblica; Ramush Haradinaj, primo ministro; Kadri Veseli, capo del Parlamento rischiamo l’incriminazione per crimini di guerra. Un’economia allo sbando con oltre il 50% dei giovani disoccupati e una grande diffusione di corruzione e criminalità organizzata.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: